Accedi a tutti i corsi

91,50 / IVA INCLUSA

Inizia oggi la tua formazione su imparaqui.

Scopri COME FUNZIONA

Stai per richiedere la pubblicazione del tuo corso su imparaqui.

Il team effettuerà un controllo qualitativo e verificherà che i contenuti siano in linea con l'offerta della piattaforma.

Se il corso viene approvato riceverai un messaggio di conferma via email e potrai subito condividerlo e iniziare ad accumulare le commissioni mensili.

Se non ricevi il messaggio di conferma entro 10 giorni lavorativi significa che il corso non è stato approvato.

Pubblica il tuo corso

Recensione Elementor italiano (aggiornata 2024)

In questa recensione di Elementor scopriamo insieme come funziona il page builder WordPress più usato al mondo!

Il page builder perfetto per tutti 😎

Elementor è il page builder per WordPress più usato al mondo e, con oltre 6 milioni di utenti, si posiziona come lo strumento più popolare del web per realizzare siti professionali senza dover mettere mano al codice.

Elementor è lo strumento giusto per te se hai bisogno di:

  • Creare siti WordPress professionali senza mettere mano al codice: con un semplice editor drag & drop potrai trascinare gli elementi che ti servono nelle pagine e gestire facilmente tutti i contenuti del sito.
  • Creare blog professionali o e-commerce avanzati: grazie all’utilizzo del Theme Builder e all’integrazione avanzata con WooCommerce, Elementor ti mette a disposizione una vasta gamma di strumenti molto potenti.
  • Gestire raccolta contatti e integrazioni con servizi di marketing: grazie al form di contatto incluso in Elementor potrai raccogliere i lead delle tue campagne online e integrare tutto con i maggiori servizi di email marketing.
  • Avere uno strumento tutto in uno per i tuoi siti o quelli dei tuoi clienti: grazie alle licenze multisito potrai facilmente installare e configurare Elementor sui tutti i siti che vorrai.

Addentriamoci ora in questa recensione di Elementor e vediamo nel dettaglio:

  1. come funziona
  2. i punti forti
  3. i punti deboli
  4. i prezzi
  5. tabella con pro e contro
  6. le risorse utili per iniziare

La storia di Elementor (in breve) 🦖

Elementor, come si legge dalla pagina Wikipedia dedicata a questo builder, nasce nel 2016 da due fondatori Yoni Luksenberg (l’attuale CEO dell’azienda) e Ariel Klikstein (l’attuale CTO).

La nascita di Elementor deriva da una richiesta del mercato di quegli anni in cui era ancora difficile trovare strumenti che racchiudessero in un unico pacchetto tutto quello di cui c’è bisogno per “fare business” con WordPress:

  • strumenti di design professionale e al contempo intuitivi
  • form di contatto con integrazioni di marketing
  • licenze flessibili per creare siti di clienti

Curiosità statistiche 📊

Già nel 2018, dopo 2 anni dal lancio, Elementor era stato installato su oltre 1 milione di siti WordPress, da quel momento c’è stata una crescita continua fino ad arrivare ai giorni nostri in cui Elementor è alla base di circa 11 milioni di siti web nel mondo.

Per approfondire sulla storia di Elementor ti consiglio di dare un’occhiata alla loro pagina “About Us” sul sito ufficiale. Oltre ad essere una fonte di informazioni interessanti è una pagina realizzata con il sistema di animazioni allo scroll che è disponibile in Elementor PRO e dà un’ottimo esempio di come si possono creare siti accattivanti con questo page builder.

Come funziona Elementor 🧐

Elementor è un plugin per WordPress che appartiene alla categoria dei Page Builder.

I page builder WordPress sono degli strumenti molto avanzati, e al contempo intuitivi, per realizzare siti web senza dover mettere mano al codice e avendo a disposizione tutto quello che serve per lavorare in modo professionale.

Elementor ha una versione gratuita che viene messa a disposizione di chi vuole creare siti amatoriali o molto basici senza bisogno di strumenti professionali, ma il meglio di questo page builder lo trovi dentro alla versione a pagamento: Elementor PRO.

La versione PRO di Elementor offre numerosissimi strumenti, tutti inclusi in un unico pacchetto:

  • Editor drag & drop per aggiungere contenuti (widget) alle pagine del sito in modo rapido e intuitivo
  • Opzioni avanzate di personalizzazione del design responsive del sito per tablet e telefoni
  • Funzionalità di stili globali (Global Styles) per gestire gli aspetti grafici del sito in modo centralizzato (es: colori, font, pulsanti, moduli, ecc.)
  • Creazione di template personalizzati (Theme Builder) per pagine, articoli blog, pagine di servizio (404, ricerca, ecc.)
  • Personalizzazione di testata e piè di pagina del sito
  • Integrazione con WooCommerce per la creazione di e-commerce professionali
  • Possibilità di gestire contenuti dinamici, per realizzare siti complessi e scalabili
  • Disponibilità di numerose opzioni di animazione dei contenuti all’ingresso o allo scroll della pagina, elementi fissi allo scroll, ecc.
  • Sistema di popup integrato con opzioni avanzate
  • Visualizzazione condizionale degli elementi per siti di membership o per mostrare elementi specifici solo a determinati utenti o in determinati momenti del giorno o dell’anno

Inoltre, acquistando dei pacchetti separati abbiamo anche delle ulteriori funzionalità offerte dal team di Elementor:

  • Elementor AI: strumento di AI per generare codici, testi e immagini direttamente dentro al builder
  • Image Optimizer: plugin di gestione della compressione e conversione delle immagini in formato WebP, per ottenere un’ottimizzazione perfetta di tutte le immagini che vengono caricate nel nostro sito

Infine, per funzionare al meglio, Elementor ha bisogno di essere installato insieme a un tema WordPress compatibile, se usi Elementor PRO, la scelta migliore è installare il tema Hello Elementor, ovvero una struttura quasi “vuota” che dà spazio alle funzioni del Theme Builder e dei Global Styles di Elementor PRO per la gestione dell’intero sito.

Tutorial per iniziare con Elementor 🤟

Se vuoi avere un’idea concreta di come funziona Elementor trovi qui sotto il mio tutorial aggiornato per imparare da zero a creare un sito web professionale usando Hostinger, WordPress e Elementor PRO.

Nel caso volessi seguire il tutorial ti consiglio di accedere alle risorse gratuite che ti metto a disposizione qui: imparaqui.it/elerisorse

I punti forti di Elementor 💪

Ci sono decisamente molti vantaggi nello scegliere Elementor, ora vedremo alcuni dei principali punti di forza di questo page builder e più sotto analizzeremo i punti deboli da tenere in considerazione.

Uno strumento “tutto in uno”

Il principale vantaggio nello scegliere Elementor, e in particolare Elementor PRO, sta nel fatto di avere a disposizione in un unico pacchetto il 90% degli strumenti di cui si ha bisogno per creare siti professionali con WordPress.

Nota personale 📝

Nei miei 10 anni di esperienza nella creazione e gestione di siti web professionali con WordPress, ho sempre apprezzato gli strumenti che mettono a disposizione molte funzionalità tutte in un unico pacchetto.

Questo aspetto consente di:

  • risparmiare contenendo al massimo i costi
  • avere maggiore coerenza tra le varie parti del sito
  • poter approfondire l’uso di un singolo strumento anziché dover imparare decine di plugin e sistemi diversi

Editor Drag & Drop

Il cuore pulsante di Elementor è il suo Editor Drag & Drop ovvero uno strumento intuitivo e potente per inserire visivamente contenuti e creare il design delle pagine del nostro sito, senza mai dover mettere mano al codice!

Design responsive avanzato

Il builder di Elementor include per ogni suo widget e container le opzioni responsive che servono per rendere un sito WordPress adattabile automaticamente a ogni dispositivo: desktop, tablet e telefono.

Usando Elementor PRO possiamo inoltre applicare diversi breakpoints per stabilire come e quando gli elementi devono adattarsi in base al tipo di dispositivo su cui il sito viene visualizzato.

Sono a disposizione inoltre delle opzioni per mostrare o nascondere gli elementi o per riorganizzarli a seconda del dispositivo.

Theme Builder (Elementor PRO)

La funzionalità Theme Builder di Elementor consente di creare e personalizzare tutte le strutture del sito che vengono chiamate in gergo tecnico “Templates”.

Esempio dei template principali che possiamo creare e personalizzare con il Theme Builder:

  • pagine del sito
  • testata e piè di pagina
  • articoli e archivio blog
  • prodotti e negozio di WooCommerce
  • pagine di servizio: 404, risultati ricerca, ecc.

Global Styles

I Global Styles sono gli stili globali che ci consentono di avere un rapido accesso alla gestione di colori, font, pulsanti e moduli da un’unica postazione centralizzata che gestisce questi elementi per tutto il sito.

Questa funzionalità consente di mantenere facilmente una coerenza grafica e un aspetto professionale in tutto il sito.

Usando correttamente queste opzioni sarà possibile aggiornare i principali aspetti grafici del nostro sito in pochissimi click.

Nota negativa 🤔

Attualmente manca una gestione globale degli spazi tra gli elementi e manca una funzione per gestire delle intere sezioni globali con contenuti diversi a seconda del contesto.

Popup Builder (Elementor PRO)

Il popup builder di Elementor è uno strumento estremamente potente che consente di realizzare popup di ogni tipo e di mostrarli secondo delle variabili altamente personalizzabili (allo scroll, solo utenti loggati o non, solo in determinati periodi, exit-intent, ecc.).

I popup di Elementor possono contenere qualsiasi tipo di widget al loro interno e sono perfetti per numerosissimi tipi di utilizzo.

Io, ad esempio, adoro creare dei popup per gestire il menu di Elementor da tablet e telefono inserendo all’interno i link principali del sito, i bottoni dei social e tanto altro, senza avere i limiti del widget menu di Elementor.

Animazioni avanzate

Le animazioni che possiamo applicare in Elementor sono molto avanzate e di diversi tipi:

  • Animazioni sugli oggetti al passaggio del mouse (hover)
  • Animazioni allo scroll della pagina
  • Animazioni al caricamento della pagina
  • Animazioni avanzate tramite CSS personalizzato

Il grado di personalizzazione di queste animazioni è molto avanzato e si possono facilmente ottenere risultati accattivanti.

Flexbox e Grid Containers

Il “mattoncino” di base per la creazione di siti con Elementor si chiama Container e costituisce uno strumento avanzato per creare sezioni e grafiche all’interno di pagine e template del sito.

I container possono essere di tipo Flexbox oppure Grid. Il primo rappresenta la tipologia di contenitore più flessibile e avanzata del web e il secondo consente di creare facilmente griglie di elementi ordinate e organizzate.

Il container di Elementor mette a disposizione tutte le opzioni di cui abbiamo bisogno per creare siti flessibili e di qualunque grado di complessità.

Qui sotto ti condivido un mio tutorial completo per imparare a prendere dimestichezza con il flexbox container di Elementor.

Oltre 80 Widget a disposizione

Con Elementor PRO abbiamo oltre 80 Widget che possiamo inserire all’interno dei container per avere delle strutture pronte da personalizzare con i nostri contenuti.

Alcuni esempi dei widget più utilizzati:

  • Testo
  • Immagine
  • Galleria
  • Pulsanti
  • Icone
  • Call To Action
  • Modulo di contatto
  • Loop Grid

È ora anche disponibile una funzionalità chiamata “Element Manager” che ti consente di attivare solo i widget di cui hai bisogno (senza appesantire il builder con quelli che non usi) e di limitare l’accesso a widget specifici per clienti o collaboratori.

Libreria Kit Elementor

Per chi ama utilizzare le librerie di siti precostruiti Elementor offre oltre 100 “Site Kit” pronti all’uso per diverse tipologie di business.

Alcuni sono disponibili gratuitamente e altri sono utilizzabili solo da chi ha acquistato una licenza di Elementor PRO.

Da sapere 🤔

I Site Kit di Elementor sono pochi (solo un centinaio) e sopratutto non gestiscono molto bene gli stili globali per i testi, i bottoni e gli altri elementi grafici che vengono di fatto gestiti manualmente in ogni singola pagina.

Consiglio di usarli solo a chi deve realizzare dei piccoli siti vetrina o piccoli blog amatoriali, ma se si deve creare un sito professionale conviene partire da zero e strutturare tutto passo passo come mostro nei miei tutorial.

Loop Builder

Personalmente una delle mie funzionalità preferite: il Loop Builder, il Loop Carousel e la Loop Grid.

Il Loop Builder è uno strumento che fa parte del Theme Builder e ti consente di creare una card singola da usare come elemento di base per mostrare articoli del blog, prodotti di WooCommerce o altri tipi di contenuti (Custom Post Types).

Il Loop Grid e Loop Carousel ti consentono poi di mostrare griglie o caroselli di articoli e prodotti usando come elemento di base le card create con il Loop Builder.

Qui sotto trovi un video tutorial per comprendere come funziona il meccanismo.

Modulo contatti professionale (Elementor PRO)

Il modulo di contatto di Elementor PRO è uno dei Widget più potenti e versatili che abbiamo a disposizione nel builder, possiamo configurarlo per ricevere richieste di preventivi da potenziali clienti, per fare iscrivere i visitatori del sito alla newsletter, per ricevere dei curriculum di potenziali candidati e tanto altro!

Con questo widget abbiamo a disposizione più di 15 tipologie di campi diversi (testo, email, telefono, file, checkbox, radio buttons, HTML, url, ecc.) per raccogliere qualunque tipo di informazione tramite i nostri moduli di contatto.

Multi step: con il form di contatto di Elementor si possono creare dei form con diversi step per spezzare moduli lunghi in cui si richiedono molte informazioni o semplicemente per rendere più interattiva l’esperienza di compilazione.

Antispam: possiamo facilmente integrare reCAPTCHA di Google o altri antispam per evitare di ricevere messaggi spam.

Marketing: è possibile integrare il modulo di Elementor con Mailchimp, MailerLite, e tanti altri servizi di email marketing.

GDPR e gestione dati: è possibile salvare tutti i dati ricevuti dai form dentro al database del proprio sito in modo automatico per avere un archivio dei consensi forniti al momento della compilazione del form e si possono facilmente aggiungere checkbox di accettazione del trattamento dei dati personali.

Elementor AI (prodotto a parte)

Di questi tempi, con l’avvento dell’IA un po’ ovunque, non se ne può più fare a meno (o a mano).

Elementor ci mette quindi a disposizione l’abbonamento a Elementor AI (separato dall’acquisto di Elementor PRO) da poter attivare su tutti i nostri siti per ottenere le principali funzionalità che ci si aspetta da un buon assistente di IA:

  • Generazione di codici
  • Generazione di testi
  • Generazione di immagini
  • Generazione di sezioni e pagine

Per approfondire su Elementor AI ti lascio un mio tutorial dettagliato qui sotto.

Considerazioni positive su Elementor

Elementor conta milioni di clienti nel mondo e ha alle spalle un’azienda solida che ha dato prova negli anni di saper gestire al meglio l’evoluzione di un builder WordPress potente, flessibile e utilizzabile sia da amatori sia da professionisti per realizzare siti web di successo.

Alcuni punti chiave positivi da mettere in evidenza:

  • capacità di garantire aggiornamenti costanti e aggiunta di nuove funzionalità al passo con l’evoluzione tecnologica del web
  • grande offerta di supporto da parte di una community mondiale di utenti esperti pronti ad aiutarsi reciprocamente
  • disponibilità di numerosi add-on ovvero strumenti di terze parti che si integrano con Elementor e che consentono di realizzare siti ancora più complessi
  • ampia disponibilità di formazione online e tutorial per imparare a usare Elementor al meglio (es: come creare siti web e e-commerce professionali con Elementor)

I punti deboli di Elementor 🤕

Come per ogni cosa prodotta dagli esseri umani ci sono sempre punti di forza e punti deboli 😜 ti condivido di seguito quelli che considero essere i maggiori difetti di Elementor al momento.

Performance del sito (da tenere sotto controllo per scalabilità)

Quando si usa un page builder WordPress spesso ci si scontra con una certa difficoltà nell’ottimizzare le performance del sito e il modo in cui viene caricato il codice nelle singole pagine; di seguito ti illustro alcuni punti chiave per comprendere il problema e affrontarlo nel migliore di e modi.

Premessa: tutti i page builder, compreso l’editor a blocchi nativo di WordPress (Gutenberg), comportano “un’appesantimento” del sito rispetto alla creazione “a mano” tramite codice. Questo perché i page builder spesso caricano in tutte le pagine del sito codici, stili e funzionalità che non sono di fatto utilizzate ma che fanno parte delle opzioni che il builder mette a disposizione.

Cosa fa Elementor: per fortuna, il team di Elementor è decisamente sensibile a questo aspetto e in ogni aggiornamento c’è sempre una parte dedicata al miglioramento delle performance. Di seguito alcuni esempi di come Elementor è migliorato nel tempo da questo punto di vista:

  • Passaggio dalla vecchia struttura a sezioni ai container Flexbox che consentono una strutturazione ottimizzata dei contenuti delle pagine e del modo in cui viene generato il codice.
  • Attivazione del lazy load e del caricamento differito delle immagini di sfondo dei container e del codice delle pagine.
  • Possibilità di disattivare i Widget non utilizzati (che altrimenti hanno alcuni pezzi di codice che vengono caricati sempre su tutte le pagine nel backend e a volte anche nel frontend).
  • Tante “rifiniture tecniche” che vengono elaborate in ogni aggiornamento per migliorare il modo in cui Elementor carica le sue funzionalità.

Inoltre Elementor ha da poco realizzato il nuovo plugin Image Optimizer, con una base di partenza gratuita, che permette di ottimizzare automaticamente tutte le immagini del sito e convertirle nel formato consigliato da Google ovvero il WebP.

Ricapitolando, di cosa abbiamo bisogno per creare un sito ottimzzato con Elementor?

  • Un hosting performante con un sistema di caching integrato, io consiglio attualmente Hostinger.
  • Caricare immagini ottimizzate e in formato WebP.
  • Caricare i font in locale grazie alla funzionalità inclusa in Elementor PRO (come mostro nel tutorial).
  • Realizzare le pagine con strutture che utilizzino il minor numero possibile di container.
  • Abilitare le ottimizzazioni di caricamento delle risorse incluse nelle “Caratteristiche” di Elementor.
  • Disabilitare i Widget inutilizzati tramite l’Element Manager di Elementor.

Aggiornamenti costanti ma lenti

Il fatto che Elementor sia diventato il page builder più popolare al mondo implica purtroppo anche un aspetto negativo: qualsiasi nuovo aggiornamento e nuova funzionalità richiede molto tempo a causa della necessità di test approfonditi poiché la struttura del builder è ora molto complessa offrendo numerosissime funzionalità che vengono applicate in modo eterogeneo in tipologie di siti diversi.

Inoltre, per garantire la retro-compatibilità e il corretto funzionamento con i migliaia di add-on per Elementor, il team è costretto a lavorare con molta prudenza e verificando costantemente che i nuovi aggiornamenti non creino disagi con le integrazioni di terze parti.

La sezione “Caratteristiche”

Per rispondere alla necessità di gestione lenta e graduale degli aggiornamenti, Elementor ha introdotto una “tab” che si chiama “Caratteristiche” e si trova nella sezione “Impostazioni” del plugin.

La tab Caratteristiche è diventata una delle più importanti voci delle impostazioni del builder. Da questa tab possiamo accedere in anteprima a tutte le nuove funzionalità s cui il team sta lavorando. La cosa migliore da fare è attivare tutte le caratteristiche che si trovano in “Beta” e lasciare disattivate le altre.

Non ha licenza lifetime

Un grande svantaggio di Elementor PRO è che non dispone di una licenza lifetime. È quindi necessario rinnovare ogni anno l’abbonamento a Elementor se si vogliono continuare a ricevere aggiornamenti e assistenza dal team.

Trasferimento contenuti difficile se si vuole cambiare builder

Questo punto è negativo su quasi tutti i page builder WordPress, tranne alcune eccezioni, si tratta del fatto che se si vuole passare da un builder a un altro è da prendere in considerazione che tutti i contenuti andranno in qualche modo ricreati da zero.

Consiglio 🌟

Per evitare di perdere il lavoro di creazione di articoli di un blog, il mio consiglio è di usare sempre e solo l’editor nativo di WordPress (Gutenberg) per redigere i contenuti degli articoli e di usare invece Elementor e il suo Theme Builder per creare il Template, ovvero la “struttura esterna” che presenterà i vostri articoli. Come sempre spiego tutto bene le mio tutorial.

Stili globali da migliorare

Al momento gli stili globali del sito hanno dei limiti: non c’è un sistema globale per gestire gli spazi, non c’è un sistema globale per gestire le sezioni e i widget in modo da poter cambiare facilmente i contenuti e mantenere gli stili grafici collegati globalmente.

La libreria di Site Kit e il creatore di container e pagine di Elementor IA non gestiscono bene gli stili globali e applicano degli stili da dover modificare a mano su ogni singola pagina.

Considerazioni sui punti negativi di Elementor

Si possono riassumere i punti negativi in un unico concetto: se non si procede correttamente nella fase di strutturazione iniziale, si può facilmente “incasinare” il sito e ritrovarsi con una struttura difficile da gestire e da fare crescere nel tempo.

Per iniziare con il piede giusto ti consiglio di guardare il mio tutorial introduttivo a WordPress e Elementor.

Prezzi e licenze di Elementor PRO 💶

Elementor PRO può essere acquistato sia come plugin sia come parte del servizio di hosting tutto in uno di Elementor. In questo caso vedremo semplicemente i prezzi del plugin Elementor PRO.

Essential
59 €/anno
Advanced
99 €/anno
Expert
199 €/anno
Agency
399 €/anno
1 sito3 siti25 siti1000 siti

IMPORTANTE
la licenza Essential ha numerose limitazioni:

  • 50 widget al posto di 80+ a disposizione nelle altre licenze
  • limitazioni delle funzionalità sul form di contatto
  • non ha integrazioni con WooCommerce
  • non ha il popup builder
  • non si può aggiungere CSS custom

Clicca su questo link per confrontare i prezzi direttamente sul sito ufficiale di Elementor.

Da sapere 👍

C’è un limite al numero di volte in cui una licenza di Elementor PRO può essere attivata e disattivata su diversi siti, conviene quindi fare attenzione e attivare Elementor PRO solo sui siti su cui useremo poi la licenza.

Nota: se si attiva la licenza PRO su siti di staging o in locale questa non viene contata come una attivazione. Maggiori info qui.

Elementor: Pro e Contro 📋

Di seguito un rapido riepilogo dei pro e contro del page builder Elementor.

PRO ✅CONTRO ❌
Una community internazionale di milioni di persone pronte a scambiarsi supporto e idee.Non ha una licenza lifetime.
Uno strumento tutto in uno.Aggiornamenti costanti ma lentezza nell’introdurre nuove funzionalità.
Adatto sia a professionisti sia a principianti.La curva di apprendimento non è rapida e necessita una buona formazione iniziale con corsi e tutorial di qualità.
Perfetto per ogni tipo di sito: dal semplice blog aziendale all’e-commerce personalizzato.Per i siti più complessi può essere difficile da ottimizzare e strutturare correttamente.
Prezzi accessibili a tutti.La gestione degli stili globali del sito necessita una maggiore integrazione con tutti gli elementi del builder.
Disponibilità di numerosi add-on per realizzare siti ancora più complessi.
Integrazione con migliaia di plugin e temi WordPress.
Facilità nel reperire materiale formativo e risorse.

Ti è piaciuta questa recensione di Elementor? Cosa ne pensi di questo page builder? Hai delle domande o considerazioni? Scrivimi nei commenti infondo all’articolo 💬

Domande frequenti e risposte su Elementor

Ecco di seguito le risposte ad alcune domande frequenti su Elementor.

Quale tema WordPress posso usare con Elementor?

Quasi tutti i migliori temi WordPress sono compatibili e si integrano perfettamente con Elementor.

Teniamo presente che, in generale, la funzione di un tema WordPress è quella di controllare testata, piè di pagina, template delle pagine e degli articoli e elementi globali del sito (colori, font, ecc.).

Dal momento che Elementor PRO include in sé tutte queste funzioni che normalmente vengono delegate al tema, la cosa migliore da fare è:

  1. Se usi la versione gratuita di Elementor: puoi utilizzare temi come Blocksy, Kadence, Astra, o altri temi WordPress professionali e avrai sicuramente un ottimo abbinamento di strumenti.
  2. Se usi Elementor PRO: puoi tranquillamente installare il tema gratuito Hello Elementor creato e consigliato dallo stesso team di sviluppatori.

Il tema Hello Elementor, infatti, è costituito da una struttura praticamente “vuota” che dà spazio alle funzionalità di Theme Builder e Global Styles integrate in Elementor PRO.

Posso creare un e-commerce con Elementor?

Certo, puoi usare Elementor per creare un e-commerce con WordPress e WooCommerce.

Acquistando Elementor PRO avrai una serie di integrazioni avanzate con WooCommerce che ti consentiranno di personalizzare perfettamente ogni aspetto del tuo e-commerce: archivio prodotti, template pagina prodotto, carrello, cassa, account cliente, ecc.

Se vuoi approfondire ti consiglio di seguire il corso online Come creare un e-commerce professionale con WooCommerce e Elementor PRO.

Quanto costa Elementor?

Elementor ha una versione gratuita, che può essere installata direttamente dalla sezione plugin di qualsiasi sito WordPress, e una versione a pagamento, Elementor PRO, che si può acquistare dal sito ufficiale.

Elementor PRO può essere acquistato come parte del pacchetto di hosting di Elementor oppure come plugin separato da installare poi su un sito WordPress.

Prezzi e licenze di Elementor PRO

EssentialAdvancedExpertAgency
59 €/anno99 €/anno199 €/anno399 €/anno
1 sito3 siti25 siti1000 siti

Cosa si può fare con Elementor?

Con Elementor puoi creare siti aziendali, blog professionali, landing page, sales page, e-commerce, siti di corsi online, siti con area membri, e tanto altro!

Elementor è il page builder WordPress più versatile attualmente in commercio.

Cosa succede se non si rinnova Elementor PRO?

Se non rinnovi l’abbonamento a Elementor PRO: perdi accesso agli aggiornamenti del plugin, non puoi più contattare l’assistenza premium di Elementor, non puoi più scaricare i site kit “PRO” dalla libreria di Elementor e non potrai più accedere alle funzioni premium del plugin.

Il tuo sito resterà funzionante e gli eventuali widget PRO che hai aggiunto resteranno attivi, tuttavia potresti non essere più in grado di modificarli o di aggiungerne nuovi.

Qui trovi altri approfondimenti su cosa succede se non rinnovi la tua licenza di Elementor PRO (sito ufficiale di Elementor).

Cos’è Elementor?

Elementor è un plugin “page builder” per WordPress che consente di realizzare siti web professionali con un editor visivo drag & drop senza dover usare il codice.

CONDIVIDI QUESTO POST ⤵
Pascal Claro
Pascal Claro

WordPress, musica e viaggi sono le mie passioni! Ho fondato e gestisco la scuola online imparaqui per offrire a imprenditori, freelance, marketer e designer una formazione completa per realizzare siti web di successo con WordPress. Iscriviti alla newsletter di imparaqui per ricevere tutte le novità!

Scrivi un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *